sabato, Dicembre 14, 2019
Home > Articoli Forex > Il dollaro australiano potrebbe calare bruscamente se il QE di RBA diventasse “in diretta”

Il dollaro australiano potrebbe calare bruscamente se il QE di RBA diventasse “in diretta”

I prossimi dati dagli Stati Uniti saranno cruciali per pubblicizzare le prospettive oltre il secondo trimestre. Westpac ha anche osservato che un qualche tipo di Quantitative Easing è una scelta per RBA se è necessario facilitare ulteriormente la politica. Una guida esplicita a termine l’RBA ha già iniziato questo con il suo commento di questo mese che è ragionevole aspettarsi che un periodo prolungato di bassi tassi di interesse sarà ritenuto necessario. Nella loro dichiarazione di ieri, hanno osservato che la guerra commerciale in atto al momento tra Stati Uniti e Cina ha il potenziale per causare danni sostanziali all’economia globale e paesi come l’Australia sentiranno il peso maggiore del colpo a causa della sua stretta connessione dalla Cina. Martedì l’RBA ha indicato che non è ancora propenso a innalzare il tasso monetario per il prossimo futuro, in quanto rimane preoccupato per l’alto dollaro australiano e l’aumento sotto-tendenza dell’economia.

Attualmente, il compiacimento è vicino ai livelli record e nessuno vede una grave ritracciamento del mercato per una possibilità. La delusione ha portato il dollaro australiano a cadere nel consiglio, anche se i mercati azionari del vicinato si sono ripresi. Tuttavia, il vero problema sta nel Regno Unito, dove la Brexit è diventata un incubo a rotazione con la minima prospettiva di una risoluzione fantastica. Le pressioni inflazionistiche nel primo trimestre erano deboli e si prevede che rimangano piuttosto basse per qualche momento, il che potrebbe indurre l’RBA ad agire. Gli indicatori di momentum sono per la maggior parte neutrali ‘e la NZD probabilmente scambierà lateralmente da qui. Nell’esempio dell’inflazione, ci sono solo pochi segnali forti in qualsiasi parte del mondo che i prezzi al consumo o i salari stiano effettivamente decollando, anche in paesi in cui la ripresa finanziaria è più completa, come gli Stati Uniti.

Sulla carta, l’australiano sembrerebbe il favorito ovvio. Inutile dire che l’Australia non è sola. Le vendite al dettaglio sono appena arrivate più forti del previsto e c’è un contesto finanziario equo. Pertanto, l’attuale riflusso potrebbe essere una correzione cruciale. Tuttavia, il contesto finanziario locale durante l’anno non è stato poi così male. Naturalmente, da allora le guerre commerciali di Trump hanno rappresentato un’enorme minaccia.

La possibilità di perdita è più che compensata dalla possibilità di un guadagno sostanziale. Inoltre, si presume che gli investitori globali saranno pronti ad assumersi il rischio di AU bank a rendimenti inferiori a meno che, ovviamente, l’acquirente importante sia l’RBA. La nostra valutazione è che le misure di politica monetaria non convenzionali possono essere d’aiuto in Australia, ma dipenderanno dalla misura adottata e il loro impatto sarà limitato, in particolare rispetto all’oltremare. Martedì non ci sono notizie significative dagli Stati Uniti a seguito di festività. Questo articolo informativo è un’informazione generale e non pensa alle condizioni di alcun investitore. Sul lato opposto del libro mastro, nel caso in cui il commento dell’RBA alla valuta rimanga invariato, il che indica che non c’è molta preoccupazione per la sua ultima forza, può fungere da catalizzatore per stimolare ulteriori guadagni.

I prezzi dell’inflazione complessiva, aumentati nell’ultimo anno, sono diminuiti di recente in risposta alla riduzione dei tassi petroliferi. L’aumento della debolezza economica fungerà da vento contrario alla ripresa del dollaro. La crescita più lenta dei salari è una fornitura significativa di aggiustamento. Il declino della sterlina è rallentato un po ‘oggi, ma non ci sono ancora indicazioni molto chiare sul minimo. Tuttavia, è molto probabile che potremmo osservare la crescita dell’oro nei prossimi mesi se la debolezza economica procede a perforare i dati. È quest’ultima tendenza che vorrei chiarire qui.

Si prevede che il mercato immobiliare rimanga debole nonostante una certa stabilizzazione. Ancora una volta, i mercati sono stati spaventati da un certo evento degli Stati Uniti. Il mercato del Dollaro australiano ha molte cose di cui preoccuparsi oltre al commercio USA-Cina.

Ci sono molte implicazioni per gli investitori. Quindi, il valore della produttività è praticamente zero all’interno di questo acquisto. I prezzi di interesse negativi sono improbabili, ma verrebbe probabilmente incluso un allentamento quantitativo. Non è nell’interesse di Bruxelles lasciare che il Regno Unito se ne vada con un accordo adeguato, non vogliono che diversi membri del blocco contemplino il seguito. Il chiaro rispetto di questa linea di tendenza sarà la chiave per una serie di strategie degli operatori, e mentre lo Yen cerca di assicurarsi un debole, l’AUDJPY potrebbe osservare un altro sforzo per avere un livello maggiore qui. La solita convinzione è che non ci siano bolle nelle attività e che la Federal Reserve abbia tutto sotto controllo. L’ipotesi di lavoro per la maggior parte degli investitori è che non deraglierà i negoziati commerciali, dato che la Cina sta vivendo un rallentamento economico, ha spiegato.