martedì, Ottobre 20, 2020
Home > Articoli Forex > Le prospettive dell’euro sono cupe quando i governi della zona euro chiudono i confini

Le prospettive dell’euro sono cupe quando i governi della zona euro chiudono i confini

La prospettiva europea desolante mentre i governi dell’Eurozona abbattono i confini è il risultato di un’alleanza tra l’Unione europea e la Banca centrale europea. L’alleanza, con ciascuno dei suoi mezzi, ha ciascuno di essi come parte della chiusura dei confini.

I passaporti europei potrebbero essere ancora una volta minacciati per gli europei nel mondo attuale poiché l’Unione e la BCE agiscono per limitare l’uso dei passaporti europei. L’uso di questo passaporto è stato limitato in passato per i cittadini dei paesi dell’Unione Europea, ma da allora i benefici per questo passaporto sono stati notevolmente migliorati.

L’uso di questo passaporto è diventato possibile dopo l’operazione della Banca centrale europea nota come “Quantitative Easing”, una politica adottata per rimettere in circolazione denaro stampato. L’idea alla base di questa politica era di aiutare gli europei a ottenere i propri soldi.

In realtà, è stato un vero disastro per gli europei in quanto sono stati in grado di estrarre più denaro di quello che era necessario acquistando beni inutili o spendendo denaro a prezzi più bassi. Il vantaggio che l’UE, la BCE e il Consiglio dei ministri hanno tratto da questa politica è stato quello di essere in grado di controllare tutto il denaro necessario e quindi avere un maggiore controllo sul tasso di cambio tra l’euro e il dollaro USA.

Se si tenta di utilizzare questo passaporto europeo per le persone dell’Unione europea, si può viaggiare a piacimento. Se la politica di stampa del denaro non sarà proseguita in futuro, le persone si troveranno in gravi difficoltà.

Con l’apertura dei confini, ci si trova di fronte al fatto che il controllo sulla valuta che stava funzionando è nelle mani di una manciata di leader della zona euro. È molto probabile che continueranno la politica che hanno usato fino ad ora e provano a determinare un aumento del prezzo degli euro.

Il fatto che le politiche che sono state attuate all’inizio della crisi avevano finito per dare origine a molte speculazioni sulla mancanza di efficacia dei controlli alle frontiere e, di conseguenza, ci sono stati molti profitti da parte di persone che volevano trarne vantaggio della situazione. Ciò causerà un problema che non può essere risolto dall’UE.

Gli effetti di queste politiche di controllo delle frontiere sulle persone saranno un disastro completo per i paesi della zona euro. Ciò porterà a conseguenze molto gravi, che finora sono state completamente sottovalutate dall’UE.

Ci sono molte preoccupazioni che porteranno a una situazione che sarà più devastante di qualsiasi cosa sia stata vista prima, oltre ad essere più disastrosa di quanto i paesi della zona euro siano pronti a far fronte. Man mano che le persone lasciano il loro paese, non saranno più in grado di tornare nel loro paese se non saranno impiegate come espatriate.

Questo diventerà un problema molto serio perché gli immigrati sono composti principalmente da arabi e asiatici e sono un gruppo molto misto. Non avranno esperienza nell’affrontare le usanze delle altre culture e avranno problemi ad apprendere la lingua e prepararsi ad adattarsi al loro nuovo ambiente.

Questo è solo uno degli effetti negativi che i migranti avvertiranno una volta che lasceranno i loro paesi e verranno nei paesi in cui intendono stabilirsi. La maggior parte di loro vivrà in condizioni pessime e se riusciranno a fuggire dai paesi si troveranno in situazioni davvero difficili.

L’Unione europea e la Banca centrale europea stanno facendo tutto il possibile per creare una situazione in cui le persone saranno felici della decisione di lasciare il proprio paese d’origine. Ciò non accadrà finché i governi dei paesi rimarranno a pugni.